5 CURIOSITA’
…DELLE QUALI NON TI SARESTI MAI
PREOCCUPATO

1
“SIGNORA, L’ECOGRAFIA PARLA CHIARO: LE SONO
RIMASTE LE MICROPLASTICHE SULLO STOMACO”

Dal confronto di tutti i dati raccolti da alcuni ricercatori su oltre 50
differenti studi effettuati sul tema delle microplastiche, è emerso
che ne ingeriamo mediamente almeno 2000 frammenti a
settimana, che sono 21 grammi al mese, ovvero circa 250 grammi
all’anno!

2
“STO MORENDO DI SETE!”

Una famiglia di 4 persone beve oltre 1300 litri d’acqua in bottiglia
all’anno. Per la consegna di tutti questi litri d’acqua sulle nostre
tavole vengono emessi nell’ambiente 268 kq di CO2. Senza contare
la quantità rilasciata dal loro trasporto, in questo caso i numeri
diventano impressionanti: per ogni litro di benzina consumato il
rilascio di CO2 è di circa 2,4 kg, nel caso del Gpl è di circa 1,6 kq. Se
tutta l’Italia bevesse acqua del rubinetto eviteremmo l’immissione
di 4 milioni di tonnellate di CO2 nell’atmosfera. Farete bene a
ricordarvelo quando al supermercato vi troverete di fronte a
quell’invitante confezione da 6 bottiglie di acqua in plastica…

3
“MI SCUSI, POTREI AVERE 7 BUSTE DI PLASTICA?”

Lo sapevate la durata media di utilizzo di un sacchetto di plastica è
di 12 minuti? Ma può rimanere nell’ambiente anche 20 anni prima
della sua decomposizione completa! Mettetevi una sveglietta sul
cellulare per ricordarvelo la prossima volta che andrete a fare la
spesa… forse è meglio se portate con voi quella borsa riutilizzabile
che non usate mai!

4
“QUALCUNO HA VISTO LA MIA BORRACCIA?”

Ogni volta che utilizzi la tua borraccia anziché acquistare una
bottiglia d’acqua in plastica usa-e-getta eviti il rilascio di 0,27 kg di
CO2 per litro nell’atmosfera, lo sapevi? Pensaci ogni volta che esci
di casa con questo caldo!

5
“MA CHE COS’E’ ESATTAMENTE QUESTO RIDUTTORE
DI FLUSSO?”

Il riduttore di flusso, applicato a rubinetti e lavandini, dimezza la
quantità di acqua fuoriuscita, senza modificarne il getto. Tutto ciò
è possibile grazie a un dispositivo a spirale (contenuto all’interno
del riduttore di flusso) che imprime all’acqua un movimento
circolare, aumentandone la velocità. L’acqua aumenta di volume
tramite un sistema di retine e piccoli fori. Il risparmio d’acqua è
notevole: circa il 40% del consumo nelle docce e il 20% per i
rubinetti. Con uno sforzo minimo avrete notevoli risultati, ad un
costo contenuto.

Torna al blog
Passa a IGL!